Ad Ascoli Piceno è Festival

Con una prima assoluta il 4 settembre, alle ore 20,30, presso l’auditorium Montevecchi dell’Annunziata, si apre Apf 2015, Festival internazionale di musica organizzato dalla associazione culturale Ascolipicenofestival:  Saturnino Celani, basso elettrico della band di Jovanotti, presenterà un originale Stabat Mater/Reloaded da G. B. Pergolesi. Soprano sarà Francesca Lanza, mezzosoprano Sabrina Pecchenino, gli archi EdoDea Ensemble e parte elettronica curata da Diego Cofone.

L’edizione 2015 del Festival, nato 19 anni fa su iniziativa del violoncellista Michael Flaksman e intitolato quest’anno “…di qui passò Francesco”, prevede eventi in tutti i fine settimana di settembre. In totale 17 appuntamenti compresi i due, il primo e 2 ottobre, riservati agli studenti delle scuole medie ad indirizzo musicale di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto.

Nel primo e nell’ultimo incontro, spazio al crossover, nella seconda e nella terza, invece, grande repertorio classico con una serata, il 19, nell’auditorium della Fondazione, davvero straordinaria dedicata a Brahms. Venerdì e sabato concerti negli auditorium “Montevecchi” nel Parco dell’Annunziata ed “Emidio Neroni” della Fondazione Carisap. Domenica, invece, escursioni e concerti con i “Percorsi Piceni”.  Più special events con il palco giovani, dedicato ai talenti ascolani del pianoforte, visite a luoghi d’arte e una cena concerto evento, il 16, a Villa Cicchi,  dedicata ai suoni e ai sapori klezmer. Ad allietare la serata Massimo Mazzoni al sassofono e Christian Riganelli alla fisarmonica.

Due opere dedicate alla figura del Poverello d’Assisi  sono state commissionate ai compositori  Fulvio Delli Pizzi e Andrea Strappa e saranno eseguite in prima assoluta.  Il 12 settembre, nell’auditorium della Fondazione Carisap, toccherà a Sonata 21 marzo per violoncello e pianoforte di Strappa, e il 25 settembre, nell’auditorium Montevecchi, a Laudes per orchestra d’archi di Delli Pizzi.

I tradizionali “Percorsi Piceni”, la sezione itinerante del Festival, curata da Luisa Danieli, che porta la musica in luoghi d’arte e naturalistici di particolare pregio, toccheranno i luoghi collegati alla presenza nel Piceno del Santo d’Assisi. Saranno escursioni con concerti particolarmente suggestivi che fonderanno musica e natura. Il 6 settembre visita agli Eremi di San Marco con concerto, nel bosco delle Piagge,  del Coro di voci femminili Cappella Ars Musicalis diretto dal maestro Paola Ciolino dal titolo “Mistiche visioni” e incentrato su canti sacri contemporanei. Il 13 settembre visita ai Castelli di Force con concerto “Armonie ritrovate” eseguito da Jonathan Flaksman, Federico e Francesco Lovato in programma sonate di Brahms. Il 20 settembre invece “I paesaggi in acquerello” con  gli acquerellisti  di strada e concerto nella Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, prima chiesa francescana di Ascoli, con esecutori gli americani Ursula Oppens (piano), Charles Castelman (violino) e Michael Flaksman (violoncello). Il 27 settembre altro appuntamento molto suggestivo nella Chiesa di San Gregorio che custodisce l’affresco duecentesco di San Francesco: le sorelle Stella e Anna Barbero, flauti e pianoforte, daranno vita ad “Ornitophonica” con brani ispirati al canto degli uccelli che spazieranno da Vivaldi, a Prokofiev, a Messiaen.

L’11 settembre si esibirà l’Orchestra giovanile  tedesca “Junge Philarmonie Rhein-Neckar” accompagnata da una delegazione ufficiale della regione tedesca Rhein-Neckar che avrà un incontro con le istituzioni ascolane. Tra i solisti di fama internazionale, vere stelle della musica, la violinista Dora Schwarzberg, recentemente anche presidente del Concorso Postacchini di Fermo, considerata un n. 1 al mondo anche come didatta, il pianista Alan Weiss, il violista Vladimir Mendelsshon, la pianista americana, icona della musica contemporanea, Ursula Oppens, il violinista Charles Castleman vera autorità negli Usa docente. Naturalmente  si esibiranno anche lo storico fondatore del Festival Michael Flaksman e il figlio Jonathan da  poco entrato stabilmente nell’orchestra di Santa Barbara (Usa). La pattuglia italiana vede, oltre naturalmente a De Angelis, l’altro volinista Luca Marziali, docente di violino al Conservatorio di Fermo, il giovanissimo violoncellista Lamberto Curtoni, allievo prediletto di Giovanni Sollima, la flautista Sarah Rulli, Federico (pianoforte) e Francesco (violino) Lovato e altri ancora. Il Festival guarda anche, come detto, ai giovani talenti ascolani e alla formazione. Nella sezione Palco giovani si esibiranno i pianisti ascolani Claudia Canzian (Comunanza, 15 settembre) e Emanuele Agostini (Roccafluvione, 22 settembre).

Il programma completo di Apf  2015, molto ricco, è consultabile qui.

 

Autore dell'articolo: Redazione