Guardare al futuro

Il sisma che continua a martellare le terre del Piceno insieme alle zone del reatino, del maceratese, dell’Umbria, lascerà segni evidenti nelle nostre comunità. I morti, le devastazioni, gli sgomberi sono cicatrici che il tempo curerà lentamente e che avranno bisogno di cure, attenzioni, vicinanza.

Il nostro sito sostiene tutte le iniziative rivolte alla prima assistenza ma, anche per la sua natura, guarda al dopo emergenza e si pone prioritariamente il tema della ricostruzione delle piccole comunità sconvolte. Sarà necessario frenare la tentazione dell’abbandono dei borghi, si renderà necessario un impegno serio e continuativo nel sostenere le loro microeconomie, bisognerà evitare l’isolamento.

Istituzioni, associazioni e liberi cittadini si stanno già muovendo per predisporre interventi in tal senso, primo fra tutti l’acquisto di prodotti delle aziende che operano nelle zone terremotate. E’ un segnale, importante, di fattiva solidarietà.

Nel nostro piccolo, riproponiamo in evidenza, in queste pagine, le presentazioni di alcuni luoghi colpiti e di alcuni tesori in essi custoditi. Vorremmo che, passata l’emergenza, i piccoli meravigliosi centri della zona montana tornassero ad essere luoghi da scoprire, da apprezzare, da vivere serenamente.

 

 

Autore dell'articolo: Redazione