“L’ora del ritratto” al Caffè Meletti: tutti i video di un evento di successo

Oltre 800 presenze in dieci giorni al Caffè Meletti, quasi 4mila utenti coinvolti attivamente sui social, circa 700 foto pubblicate e condivise: questi i numeri da record dell’iniziativa “L’ora del ritratto”, promossa dal Circolo Acli “Achille Grandi”, che per dieci serate ha visto l’artista Dante Fazzini ritrarre dal vivo personaggi ascolani famosi e non.

Le opere realizzate da Fazzini hanno tutte colto nel segno incontrando il pieno gradimento, talvolta non senza commozione, dei protagonisti ritratti all’insegna della “ascolanità”: Luigi Morganti, Maria Pia Valentini, Cecilia Giovannozzi, Franco De Marco, Furio Cappelli, Enzo Marinelli, Lucio Sestili, Innocenzo Prezzavento, Nando Perilli, Carmelita Galiè.

Pregevole e molto gradito dal pubblico anche l’accompagnamento musicale curato, nelle diverse serate, da Roberto Pascucci e Francesco Paliotti, Jacopo Norcini Pala, Giacinto Cistola, Alessandro Olori, Toni Migliori e Alberto Albanesi.

Le tele verranno ora esposte per una settimana nelle vetrine del Caffè Meletti, che ha rappresentato una cornice ideale per l’iniziativa.

“Abbiamo avuto apprezzamenti – spiega il presidente del Circolo Acli “Achille Grandi” Lanfranco Norcini Pala – non solo dagli ascolani ma anche dai tanti turisti italiani e stranieri che si sono trovati a passare nel locale durante l’evento. Il connubio tra pittura e musica in un ambiente di così rara bellezza credo rappresenti davvero qualcosa di unico”.

“Stare con il cuore tra la gente e conoscerla – ha scritto al termine dell’iniziativa Dante Fazzini – per celebrare, con il mio mestiere, una umanità cittadina. Loro sono la vera voce di Ascoli: persone laboriose, sincere e vere, intelligenze sottili e tenaci. Sono persone così che hanno eretto le poderose torri del passato”.

Il  Circolo Acli “Achille Grandi” ha voluto anche ringraziare la Fondazione Carisap e il Cda della Meletti Srl per aver permesso l’iniziativa e, in particolare, la direzione ed il personale del locale per aver saputo convivere con le movimentate serate continuando ad offrire un servizio impeccabile.

Sono online tutte le video-sintesi delle serate:

15 marzo – Luigi Morganti, docente d’arte, già regista e coreografo della Quintana, Presidente dell’Istituto Superiore di Studi Medievali “Cecco d’Ascoli”.

16 marzo – Maria Pia Valentini, storica fornaia di via Pretoriana, da quasi sessant’anni serve i clienti de Lu furne de Ustì.

20 marzo – Cecilia Giovannozzi, titolare insieme al marito Giovanni della conosciutissima macelleria di piazza Giacomini

21 marzo – Franco De Marco, a lungo caporedattore della pagina ascolana de Il Messaggero, amante della musica e della lirica, animatore dell’Ascoli Piceno Festival.

22 marzo – Furio Cappelli, storico dell’arte ed esperto medievalista, ha affrontato con importanti pubblicazioni lo studio sistematico dell’arte romanica di Ascoli Piceno.

23 marzo – Enzo Marinelli, maestro della ceramica ascolana, scultore, artista poliedrico, titolare di uno storico laboratorio artigiano della città

27 marzo – Lucio Sestili, ristoratore e sommelier ascolano, dal 1957 gestisce il Kursaal, locale “tipico” e “storico”, teatro di eventi e degustazioni.

28 marzo – Innocenzo Prezzavento, architetto eclettico e sperimentatore, titolare negli anni sessanta del primo negozio cittadino di arredo d’interno, instancabile promotore di soluzioni urbanistiche.

29 marzo – Nando Perilli, vignettista, caricaturista, pittore di origini abruzzesi ma di casa in città, dove, negli anni sessanta, ha frequentato l’Istituto d’arte

30 marzo – Carmelita Galiè, cultrice del dialetto e delle tradizioni locali, effervescente animatrice del carnevale ascolano, discendente del famoso tenore Antonio Galiè

 

Autore dell'articolo: Redazione