Nuovi organi per il Consorzio dell’Oliva ascolana Dop

Il Consorzio di tutela dell’Oliva ascolana del Piceno Dop ha rinnovato i suoi organi statutari. Il consorzio, che ha finalità di “salvaguardia della Dop da abusi, atti di concorrenza sleale e contraffazioni”, è l’unico organismo titolato ad acquisire finanziamenti da parte del Ministero delle Politiche Agricole e ad attivare direttamente tutte le iniziative volte al miglioramento della produzione olivicola e alla sua valorizzazione.

Il Consiglio di Amministrazione, costituito da 9 membri nominati dall’assemblea dei soci, ha eletto nuovo Presidente il prof. Leonardo Seghetti, docente di chimica agraria e trasformazione dei prodotti agroalimentari presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale Ulpiani di Ascoli. Il prof. Seghetti è accademico nazionale dell’olivo e dell’olio, della cucina Italiana e di quella di Agraria di Pesaro, nonché autore di oltre 100 pubblicazioni divulgative e scientifiche, ma soprattutto è un vero cultore dell’oliva tenera ascolana, pregiatissima varietà locale alla base del disciplinare della Dop.

Vicepresidente del consorzio è stato designato Luigi Tempera, in rappresentanza di F.lli Tempera srl, mentre assume la carica di tesoriere e segreteria generale Isabella Mandozzi in rappresentanza della ditta Silvestri Rosina.

“Tra i progetti a cui tengo molto  – ha dichiarato il neo Presidente Seghetti – ci sono i rapporti con le istituzioni scolastiche (Agraria ed Alberghiero) per favorire la realizzazione di corsi modulari e serali riguardanti l’intera filiera e la realizzazione di una formazione continua ai cittadini sulla conoscenza della Dop con corsi di degustazione sia di olive verdi e nere che farcite.”

 

Autore dell'articolo: Redazione