I presepi di Quintodecimo

Arroccato lungo un crinale a soli due chilometri da Acquasanta Terme in direzione Roma, il piccolo borgo di Quintodecimo offre davvero uno scenario d’incanto. Sarà per questo che nel periodo natalizio, proprio nell’antico incasato, si svolge una suggestiva Rassegna di presepi.

Giunta quest’anno alla 19 edizione, la Rassegna si svolge nei locali del centro: stalle, cantine e magazzini ospitano i diorami realizzati artigianalmente in legno, ferro battuto, carta e gesso. Quest’anno saranno più di trenta le opere esposte, visitabili tutti i giorni dalle 10 alle 19.

La Rassegna, così come la realizzazione dei presepi, richiede un grande lavoro di preparazione, a cui concorrono tutti gli abitanti di Quintodecimo. Anche per questo il percorso di visita è accompagnato dalla simpatia e dallo spirito d’accoglienza dei paesani, orgogliosi degli scenari che il piccolo borgo regala al visitatore.

Oltre che per i presepi, dunque, Quintodecimo merita una visita anche per la sua storia, rintracciabile nei portali del XVIII secolo, nelle “bertesche” (vecchissime balconature totalmente in legno), negli architravi datati  1580 e 1634, nello stupendo portale in travertino del 1562 incorporato nella chiesa del Crocifisso.

Non perdete anche un ingresso nella chiesa parrocchiale della Beata Vergine delle Piane, che ospita al suo interno le opere di Augusto Mussini, frate e pittore che visse in paese nei primi anni del secolo scorso.

Quintodecimo è pronto ad accogliere i tanti visitatori e si è fatto bello: per l’occasione è stato realizzato un suggestivo addobbo natalizio lungo tutte le finestre e le balconate delle tre contrade Piazza, Forcella e Ponte.

 

Autore dell'articolo: Redazione