“Terre fragili” di Tullio Pericoli per l’arte del Piceno

Cento litografie dell’opera esclusiva di Tullio Pericoli “Terre fragili” , numerate e firmate dall’Autore, sono disponibili per chi vuole aiutare la rinascita dell’arte nelle zone colpite dal sisma.

Tullio Pericolo Terre fragili - comunicato

L’iniziativa, promossa dal Circolo Acli Achille Grandi di Ascoli Piceno, in collaborazione con il Centro Turistico Acli ed il sito Optime – Vivere il Piceno, ha lo scopo di raccogliere fondi da destinare al progetto “L’arte che risorge” della Rete Museale dei Sibillini.

Le litografie vengono offerte a chi effettua una donazione di 150 euro. Tutto il ricavato, senza alcuna spesa, verrà destinato al restauro di quattro opere d’arte: Madonna con Bambino in trono di Pietro Alamanno, Rovine con filosofo e due soldati di Gian Paolo Panini, Compianto di Santo nel Tempio di autore ignoto, Adorazione dei pastori della Bottega di Anton Raphael Mengs.

Il laboratorio di restauro sarà aperto al pubblico presso Palazzo Leopardi di Montefortino, con la possibilità di assistere agli interventi e con le spiegazioni di un operatore qualificato.

Grazie alla preziosa disponibilità della Libreria Rinascita di Ascoli Piceno, le opere di Pericoli sono disponibili presso la sede di Piazza Roma.

Per informazioni: circolograndi@gmail.com

 

Autore dell'articolo: Redazione